fbpx

Seleziona la lingua:

Comunicato stampa, News

Soré, il nuovo rosato di Famiglia Cotarella.

Le Cotarella Sisters presentano un vino nel segno della femminilità e della sorellanza.

Orvieto, 9 Giugno 2020 – Il lockdown non ha permesso la presentazione del Soré programmata a inizio aprile, ma non per questo le Cotarella Sisters si sono fermate.

“Siamo sostenitrici della tesi secondo la quale un problema può trasformarsi in una grande opportunità di crescita e di miglioramento. Ora più che mai è importante rimanere uniti e farsi del bene a vicenda.

Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di uscire in un momento di profonda crisi e di presentare il nostro Soré lo stesso giorno in cui ripartirà il settore della ristorazione, uno dei motori del nostro Paese certe che “vola solo chi osa farlo” precisa Dominga.

Con il vino Sorè si realizza un sogno che avevano nel cuore da anni.

Tutto prese forma quando decisero di intraprendere un’importante percorso di sperimentazione sulla varietà Merlot destinata al loro Montiano.

“Volevamo regalarci un rosato straordinario che potesse identificare il lato rosa della nuova generazione di Famiglia Cotarella: la femminilità e il rapporto profondo che da sempre lega noi tre sorelle. Dai vigneti più giovani di Merlot coltivati nella Tuscia, abbiamo ottenuto le uve destinate alla produzione del nostro Soré, un vino di personalità che racchiude, nel nome, un significato per noi molto importante: Soré è il modo in ci chiamiamo noi tre. Abbreviazione dialettale della parola sorelle, il nome Soré identifica la nostra profonda unione ma anche la voglia di condividere, di metterci in gioco con coraggio e intraprendere nuove ed entusiasmanti sfide” commenta Dominga.

Un nome colloquiale ma allo stesso tempo estremamente profondo.

Anche la grafica dell’etichetta, studiata da Enrica, non è un caso: “I tre fiori di Camelia, all’apparenza delicati ma in realtà estremamente resistenti, identificano noi tre sorelle. Secondo il linguaggio dei fiori la Camelia simboleggia la tenacia e la perseveranza. È un pegno e allo stesso tempo un impegno ad affrontare ogni sacrificio in nome dell’amore. Il simbolismo della Camelia è dovuto al portamento e alla disposizione dei petali che risultano essere rigidi e dotati di una certa carnosità. Queste caratteristiche ricordano le persone che si pongono obiettivi precisi e che vanno avanti con determinazione e sacrificio per ottenere i risultati desiderati” spiega Enrica.

Sorè è un vino che già dal colore esprime la sua delicatezza e personalità. I profumi sono avvolgenti, femminili, delicati, floreali, al gusto è fresco e fragrante ma anche intenso e di buona persistenza.

L’etichetta, composta da tre fiori di Camelia, identifica la ricchezza delle percezioni aromatiche e varietali del vino ma anche quei valori esistenziali sui quali da sempre si regge Famiglia Cotarella. I colori scelti per i fiori sono due: il rosa, simbolo di femminilità e naturalezza, e il carta zucchero, che rimanda alla freschezza e all’ etichetta del Montiano 2016. Anche i pistilli, messi in evidenza, richiamano l’esplosione di sensazioni e profumi che si evolvono nel bicchiere.

Due vini, Sorè e Montiano, con un’unica anima, le uve Merlot, origine e futuro dell’azienda.